Se la conosci, la eviti

di Jeeves | 15 febbraio 2012, 11:42

Il mondo è in mano ai maleducati? Guardandosi intorno, sembrerebbe di sì: dagli stadi alla televisione, dal cinema ai villaggi vacanze, fino alle aule del Parlamento (e non solo quelle italiane) la maleducazione dilaga. Ma se di indole, e di famiglia, non ci si riconosce nella villania contemporanea, ecco un libro che insegna a diventare cafoni in poche mosse. Il plurale di cacao. Corso intensivo di maleducazione e cattive maniere, di Stefano Denti (Aliberti ed.) è un divertente manualetto che svela tattiche e consigli util per esercitare l’antica arte della maleducazione (ma anche per difendersi da essa). Da come aggirare le file (infilandosi di straforo e giocando sull’imbarazzo altrui nel contestare le tue azioni) al comportamento da avere al bar (chiedere sempre l’impossibile, tipo un ginseng senza zucchero con una soffiata di schiuma di cappuccino), in banca (infilarsi nel metal detector con le tasche piene e quando l’allarme suona inscenare una crisi isterica per farsi aprire), in aereo (un classico ormai, l’applauso all’atterraggio). Un’antigalateo per prendersi un po’ in giro, ma anche per riflettere sui (nostri?) vizi. Da leggere bene la nota dell’autore: alcuni dei comportamenti descritti in questo libro sono pericolosi e appositamente portati all’esasperazione letteraria a scopo di puro intrattenimento. Non sono da imitare. Non ti azzardare a provarli per poi usarmi come alibi: io ti ho avvertito.

Anche Jeeves ti ha avvertito!

  • email
  • Print
  • Facebook
  • Twitter

Una Risposta a “Se la conosci, la eviti”

  1. Gennaro K. dice:

    Gli italiani avevano proprio bisogno di un manuale di maleducazione… Dal Grande Fratello alla coda in posta, fino ai Suv che spadroneggiano in strada, la maleducazione è una sorta di carattere distintivo degli italiani difficilmente sradicabile. Oppure no? E’ come se gli italiani non avessero ricevuto un’educazione, a casa, a scuola, in ufficio. E’ quello che mi viene in mente quando vedo il cadenzato bon ton di alcuni componenti del governo, in primis Monti, molto più British (come Jeeves) che italiano. Una rifiatata. Solo forma? No, non solo, secondo me. Nel modo di comportarsi socialmente si riflette l’anima e i valori delle persone. Ricordiamocelo.

Lascia un commento