Roero di cuore

Viaggi e Sapori | di Marco Gatti - Gentleman | 06 giugno 2012, 17:17

Da sinistra: Roero Monfrini (Ponchione, 25 euro); Roero Riserva Ròche d'Ampsèy (Matteo Correggia, 35 euro); Brut Rosé Faiv (Tenuta Ca' Du Russ, 19 euro); Roero Arnais Perdaudin (Negro Angelo E Figli, 24 euro). Sul piano: Bric du Liun (Passito di Arneis) (Deltetto, 18 euro).

Questa zona del Piemonte, dalla forma così particolare, produce frutti pregiati. Non solo i già riconosciuti rossi e bianchi, ma anche passiti e un Brut Rosé di gran forza. Ecco le nostre scelte.
Il Roero ha la forma di un cuore. E cuore è, del Piemonte. Pieno di mistero in inverno, quando nebbia e neve calano sui paesi la loro poesia. Di bellezza abbagliante in estate, quando sole e cielo azzurro riempiono di vita e colori campi e cascine. Con le sue colline ingioiellate di vigneti, i castelli, i campanili, non c’è stagione in cui non valga la sosta. Numerosi ristoranti, trattorie, alberghi, di pregio. Sorprendente il numero dei prodotti che fanno di questa zona un paradiso del gusto. Su tutti, però, il vino. Con Arneis e Nebbiolo a farla da protagonisti. Per quanto riguarda l’Arneis, è di assoluta tipicità il Perdaudin, della famiglia Negro (tel. 0173.90252). Di colore paglierino con riflessi dorati, al naso è fine con profumi di acacia, ananas, pera, mentre in bocca è fresco, minerale, persistente. Con crostacei. È versione piena di fascino, l’Arneis passito Bric du Liun di Deltetto (tel. 0173.979383). Giallo oro, ha note suadenti di albicocca e frutta matura, gusto dolce, ma non stucchevole, freschezza e persistenza. Da meditazione.

Il re dei vini? Preso atto che di Barbaresco e Barolo, il Roero, ha gli stessi quarti di nobiltà. È elegantissimo il Roero Monfrini di Ponchione (tel. 0173.58149), rubino fitto, dal naso profondo, con note di frutta rossa e spezie, sorso caldo, tannico, persistente. Fa matrimonio d’amore con carni rosse. Ha grande stoffa il Roché d’Ampsei di Correggia (tel. 0173.978009), Roero Riserva austero, elegante, da selvaggina, con cui Ornella onora la memoria del marito prematuramente scomparso. È una chicca, il Brut rosè Faiv di Tenuta Ca’ Du Russ (tel. 0173.213069), versione spumantizzata del nobile vitigno piemontese, dal colore rosa tenue, dal perlage finissimo e persistente e profumi di frutta rossa, dal sorso di grande struttura, eleganza, forza. A tutto pasto.

  • email
  • Print
  • Facebook
  • Twitter

Lascia un commento