L’i-futuro

Motori | di Nicola D. Bonetti - Gentleman | 28 agosto 2012, 13:22
  • BMW i8 Concept (07/2011)

    BMW i8 Concept (07/2011)

  • BMW i3 Concept, Interior (07/2011)

    BMW i3 Concept, Interior (07/2011)

  • BMW i8 Concept (09/2011)

    BMW i8 Concept (09/2011)

Partenza da Roma per il Bmw i Born Electric Tour, che illustra i contenuti di un grande progetto, spaziando tra tecnologia e arte, politica e infrastrutture, in un concetto di visione globale.

Due auto rivoluzionarie, i3 e i8, splendide nel design e con promesse dinamiche entusiasmanti, saranno le prime Bmw elettriche. In vendita dal 2013, nascono da una filosofia pensata in modo sostenibile, comprendente anche costruzione e funzionamento della fabbrica dedicata, a Lipsia.
Il gruppo Bmw, riconosciuto dal Dow Jones Sustainability Index come leader nel settore negli ultimi sette anni, ha voluto proporre le vetture, una compatta e cittadina con 150 km di autonomia e trazione completamente elettrica, scocca in carbonio e batterie al litio, che non rinuncia a eleganza, abitabilitA� e raffinate finiture con materiali naturali. L’altra pura sportiva (seguirA� a sei mesi dalla prima), con sistema hybrid plug-in da 260 kW, 250 km/h, meno di 5″ da 0 a 100 e 35 km di trazione solo elettrica.
Tecnologie di punta per il lancio del marchio “Bmw i” come identificazione di veicoli a basso impatto ambientale, ritenuto strategico giA� nel futuro prossimo. Concept che, come ha raccontato a Gentleman il designer Benoit Jacob, “nascono libere, perchA� non hanno ereditA� da vetture precedenti”, con interni “da piccolo loft, per offrire massima adattabilitA� e spazio vivibile, ispirate dallo stile dei mobili italiani”, per concludere che “l’uomo A? al centro e la macchina A? costruita attorno”. Dopo l’esordio capitolino, il Born Electric tour esporrA� a Dusseldorf, Tokyo, New York, Londra, Parigi e Shanghai.

Comments are closed.