Top Lot

Arte e Design | di Stefano Cosenz | 29 ottobre 2013, 09:24

La��arte italiana del XX secolo continua a sorprendere nel mercato internazionale.

Lucio Fontana, Concetto Spaziale. La Fine di Dio.


Nella recente Italian Sale di Christiea��s a Londra anche Pino Pascali, artista concettuale della��arte Povera degli anni a��60, finora considerato sottovalutato, comincia a far parlare di sA�. Il suo Muro di pietra (Pietra Pietra) del 1964, che trascende i confini di una scultura, stimato 400/600mila sterline, A? stato battuto per ben 1.986.500 sterline, suo record mondiale. Pascali ha lasciato, prima della sua morte a soli 33 anni, solo 120 opere, la maggior parte allo GNAM di Roma. Altre sue opere sono state acquistate giA� dal TATE di Londra e dal MOMA di New York.
Ora i riflettori del mercato internazionale si accendono su un capolavoro della��ormai stellare Lucio Fontana che andrA� alla��asta il 12 novembre a New York da Christiea��s. Il suo Concetto spaziale, La fine di Dio, appartenente alla sua celebrata serie a forma di uovo realizzata tra il marzo 1963 e il febbraio 1964 per tre prestigiose esposizioni tenute a Zurigo, Milano e Parigi, ormai nel ristretto olimpo dei maestri spazialisti del XX secolo, assieme a Pollock, Rothko, Newman, Klein, Manzoni, ha una stima di 15/20 milioni di dollari e potrebbe battere un nuovo record mondiale.

  • email
  • Print
  • Facebook
  • Twitter

Comments are closed.

  • blog