Gusto in quota

Viaggi e Sapori | di Cristina Cimato | 10 gennaio 2014, 11:29
  • Alcune immagini dell\'edizione 2013 di Audi Chef\'s Cup

    Alcune immagini dell’edizione 2013 di Audi Chef’s Cup

Sta per salire in vetta la Audi Chef’s Cup SA?dtirol, prevista dal 19 al 24 gennaio prossimi.A� Attesi 80 cuochi e un evento charity unico nel suo genere.

Un menA? a 11 mani, un lusso per il palato di chi il 21 gennaio sarA� presente al primo grande evento dell’anno dedicato all’alta gastronomia. La cena di gala della kermesse, giunta alla nona edizione, A? dedicata alla beneficenza ed A? prevista all’interno dell’Hotel Rosa Alpina di San Cassiano, regno dello chef Norbert Niederkofler, ideatore della manifestazione. I proventi di questa serata di gala saranno destinati quest’anno alla Podini foundation, in particolare a un progetto di sviluppo a favore di una comunitA� rurale sulla costa dell’Eritrea e alla Fondazione Candido CannavA? per sostenere un programma destinato a ridurre il disagio in carcere attraverso l’introduzione di diverse discipline sportive.

Accanto a Niederkofler anche Giancarlo Morelli del Pomiroeu di Seregno e Andrea Berton dell’omonimo ristorante milanese, Antonio Guida de Il Pellicano, il siciliano Pino Cuttaia de La Madia e Gennaro Esposito, cuoco mirabile e ideatore anch’esso di una manifestazione, La festa a Vico nella Penisola Sorrentina. Al raduno in Sud Tirolo anche cuochi stranieri come Dieter Koschina del Vila Joya di Albufeira in Portogallo e Lanshu Chen di Le MoA�t di Taiwan, nonchA� Norbert Kostner dell’Hotel Mandarin Oriental thailandese e Mitsuharu Tsumura del ristorante Maido in PerA?. L’ospite d’eccezione A? l’austriaco Eckart Witzigmann. Uno accanto all’altro daranno vita a un menu irripetibile e a un’esperienza culinaria straordinaria. La cena A? il fulcro dei sei giorni dedicati al cibo, in cui non mancano degustazioni e corsi di cucina, driving experience sulla neve, showcooking e gare di sci in cui i migliori cuochi sono protagonisti assoluti. L’ottava edizione ha raccolto in questo spicchio d’Italia mille persone e quest’anno l’evento richiama ben 80 chef e molte novitA�, fra cui eventi, gare e showcooking che coinvolgono atleti, personaggi famosi e chef.

L’edizione 2014 apre molte delle sue attivitA� al pubblico anche grazie a formule di adesione all’evento diversificate, pacchetti piA? economici che prevedono breakfast, competizioni, gare di sci e pranzo a 65 euro o i corsi di cucina con Giancarlo Morelli, il giovane Matteo Metullio o Norbert Niederkofler a 80 euro. Sempre a 80 euro A? possibile partecipare a competizioni sportive in notturna e show cooking o alla giornata di apertura della Chef’s Cup che prevede l’Audi greeting snow, la cena di benvenuto e il dopocena. In questo caso la degustazione include abbinamenti con i vini del Consorzio SA?dtirol. LunedA� 20 gennaio la cena denominata Il bue grasso di CarrA? (dalla testa alla coda) A? dedicata al Piemonte, la regione ospite di questa edizione, con numerosi cuochi fra cui Maurilio Garola de La Ciau del Tornavento di Treiso. Con 200 euro si puA? partecipare alla cena di chiusura, che contempla ricette di Alfonso ed Ernesto Iaccarino del Don Alfonso di Sant’Agata e Diego MuA�oz Velasquez di Lima, in PerA?, e Michael Caines di Changford in Inghilterra. Con 250 euro si puA? accedere alla cena di gala di beneficenza. La quota di partecipazione per sei giorni di evento, incluso un corso di cucina (ma escluso pernottamento, cena di gala e skipass) costa mille euro.

Comments are closed.