Tipi&Stereotipi

Moda e Tendenze | di claudio costa - illustrazione di chris burke | 28 maggio 2015, 09:34

Italiani, australiani, inglesi. Secondo una��indagine tra le donne americane, sono i piA? ambiti del mondo. Luoghi comuni? Forse. Ma a ben vedere ca��A? qualcosa di piA?…

Stando a una��indagine effettuata su 60mila donne americane (un enorme campione statistico raccolto dal sito MissTravel.com) sono questi gli uomini piA? attraenti del mondo, Anzi, decisamente i piA? sexy secondo il loro luogo di appartenenza.
Sin troppo facile spiegarne le motivazioni: sportivo, avventuroso e muscolare la��australiano (tipo Crocodile Dundee); edonista, suadente e playboy la��italiano (modello La dolce vita); impeccabile, cosmopolita e vagamente aristocratico la��inglese (alla Downton Abbey). ClichA�, luoghi comuni, stereotipi? Solo in parte.

O meglio: bisognerebbe chiedersi come e perchA� nascono gli stereotipi. Attribuire un insieme di caratteristiche particolari a un gruppo nazionale, etnico, sociale, politico, religioso e cosA� via A? certo una semplificazione e spesso una��esagerazione. Ma, stando agli psicologi cognitivi, serve a coagulare un eccesso di informazioni (mediare fra troppi dati) o, al contrario, a supplire a una loro insufficienza (farsi una��idea di massima, insomma, qualcosa di analogo a una��ipotesi di lavoro…).A� I problemi nascono, ovviamente, quando si tratta di stereotipi negativi, i cosiddetti pregiudizi, che sono fonte di diffidenze, antipatie e conflittualitA�.A� Eppure, anche in questi casi, a un esame piA? attento, il difetto attribuito agli altri potrebbe celare una virtA?. Pregiudizi, insomma, come distorsione di giudizi accettabili. Per esempio, la��odiosa avarizia, anzichA� la��encomiabile parsimonia, attribuita agli scozzesi. Gli italiani tutti pizza e mandolino, invidiati per la buona cucina e il talento musicale. Sino alla��infida scaltrezza orientale, sinonimo ostile per abilitA� negli affari.
Ed A? curioso come, ironizzando sui luoghi comuni, persino il piA? rigoroso cultore del politicamente corretto riesce a sorridere della vecchia storiella secondo cui A�in paradiso i poliziotti sono inglesi, gli amanti sono francesi, il cibo A? italiano, le automobili sono tedesche e il tutto A? gestito dagli svizzeri; mentre alla��inferno i poliziotti sono tedeschi, gli amanti svizzeri, il cibo A? inglese, le macchine francesi e il tutto A? gestito dagli italianiA�. A volte non A? semplice stabilire dove finisce un pregiudizio e inizia una��identitA� culturale. Anche la��immagine (un tempo chiamata reputazione) nasce quasi sempre da una qualche realtA�.
Strumenti usa e getta, da abbandonare quando se ne trovano di migliori o quando vengono smentiti dalla��esperienza diretta, di stereotipi si vive e sopravvive. I piA? duri a morire? Forse proprio quelli fra i sessi, come sembrerebbe dimostrare la��indagine di MissTravel.com… 

  • email
  • Print
  • Facebook
  • Twitter

Comments are closed.