Digital pen

Hi-Tech | di Ilaria De Bartolomeis | 14 ottobre 2016, 16:10

Una ricerca americana, condotta presso la Princeton University e la Ucla, ha dimostrato che la scrittura manuale rende più intelligenti rispetto a quella al computer. Per definire questa tesi sono stati analizzati i risultati degli studenti che, durante le lezioni, avevano preso gli appunti esclusivamente a mano. Le performance erano più brillanti rispetto a quelle dei compagni che si erano affidati alla digitazione sui device. I primi hanno imparato più velocemente, capito meglio i concetti e li hanno memorizzati con più facilità, perché la scrittura tradizionale richiede la combinazione di diversi tratti per creare ogni lettera e i molti movimenti della mano coinvolgono circuiti cerebrali più ampi rispetto a quelli interessati da chi deve solamente digitare su una tastiera. Oggi, la tecnologia consente di ottenere la stessa efficacia della scrittura digitale senza perdere la disinvoltura del gesto manuale.

I nuovi dispositivi, compatibili con i sistemi operativi iOS e Android, permettono di trasformare i disegni in formato vettoriale e gli appunti in file digitali da archiviare, condividere, modificare quando si vuole. La proposta più esclusiva arriva da Montblanc, che ha presentato Augmented Paper all’ultima edizione dell’Ifa di Berlino. Lo smart-pad, rifinito in pelle, è dotato di una tecnologia che dialoga con la digital pen Star Walker, uno dei prodotti di punta della maison tedesca, e tramite un clic invia al device, collegato tramite bluetooth, i contenuti tracciati a mano. È compatibile con qualsiasi tipo di carta ed è in grado di memorizzare fino a 100 pagine. Ha caratteristiche simili a queste anche Bamboo Folio di Wacom. Smart Writing Set è la proposta di Moleskine che necessita di un taccuino apposito, le cui pagine sono dotate di un’invisibile trama micropuntinata in grado di dialogare con la digital pen. Spuntando il simbolo della busta riportato su ogni pagina si può inviare il contenuto della stessa via e-mail.

  • email
  • Print
  • Facebook
  • Twitter

Lascia un commento