Drink al Corten

Motori | di Alex Pietrogiacomi | 16 gennaio 2017, 14:13

Sansicario è una piccola gemma preziosa incastonata tra i monti più suggestivi dell’Alta Val di Susa, nel Torinese. Stazione sciistica nata negli anni’ 70, per accogliere la richiesta di una clientela sofisticata ed esclusiva, dopo alterne vicende arriva ad essere rivalutata grazie a vari progetti portati avanti dalla GoSanSicario srl.

Tra i progetti dell’azienda – con un’esperienza decennale nel settore dell’alta ristorazione e della ricezione – c’è il Corten (che prende il nome da una lega di acciaio che arrugginendo si auto protegge dagli agenti esterni diventando resistentissima e unica nella sua estetica).

Nato nel 2014, è stato concepito proprio per dare valore alla ricerca di quel lusso fatto di preziosi momenti ed estrema qualità che oggi è sempre più ambito.

“Il Corten è pensato per essere un punto di riferimento per la mixology e la ristorazione montana” dice il General Manager e presidente della GoSanSicario srl, Stefano Papini, (42enne, ex presidente Confesercenti Torino, presidente di Compagnia della Birra srl, fondatore di MyTable).

Dal 2015 il Corten è Centro Porsche Torino Café. Collaborazione naturale, per affinità elettiva per stile, innovazione, sportività.

Qui “l’idea del cocktail deve nascere dalla passione per quella che, di fatto, è semplicemente un’arte”.  Sottolinea il Bar Manager Edoardo Minonne, (torinese, 25enne, già bar manager al Bo Lang, un asian fusion di South Kengsington per 2 anni) e continua, “Il cocktail poi, deve prendere vita da materie prime di qualità, una cura maniacale del dettaglio e infine, essendo un’arte, dalla firma dell’artista, ovvero da quel tocco personale che rende ogni prodotto unico ed inconfondibile”.

I criteri di accoglienza al Corten sono l’agio del cliente e il rispetto delle sue esigenze, che si traducono spesso in riservatezza e tranquillità.

Meta ideale per allontanarsi dalla frenesia quotidiano e per trovare qualcosa di straordinariamente insolito, può essere l’ideale per il moderno gentleman, perché qui “Non esiste il cliente perfetto, esiste solo il servizio perfetto per ogni cliente”.

  • email
  • Print
  • Facebook
  • Twitter

Lascia un commento