Rigore svizzero

Case di lusso | di IN COLLABORAZIONE CON WWW.LUXURYESTATE.COM | 07 marzo 2017, 18:28

Jan Skuratowski ristruttura una villa svizzera degli anni Ottanta


C’era una volta una casa degli anni Ottanta che è diventata, oggi, una delle proprietà più affascinanti di Mohlin, in Svizzera. È stata ristrutturata dallo studio di architettura Jan Skuratowski e trasformata in un vero e proprio capolavoro di architettura contemporanea capace di lasciare a bocca aperta chiunque passi davanti all’edificio. Si tratta, in realtà, di un immobile suddiviso in due strutture collegate da un ponte esterno pergolato, ma indipendenti l’una dall’altra.

Entrambe sono caratterizzate da una forma poligonale che dà un senso di grande dinamicità seguendo, peraltro, le linee morbide delle colline su cui sorgono. Tutte e due, poi, sono realizzate in legno, ragion per cui s’integrano alla perfezione con lo splendido paesaggio circostante. L’ingresso principale dà sulla Titlisstrasse, un’elegante strada di Mohlin ben fornita di negozi e spazi destinati allo svago. Non appena si mette piede in casa ci si rende conto di quanto sia ampia e splendidamente rifinita, ma anche di quanto sia luminosa.

Questo grazie al fatto che, durante la ristrutturazione, le vecchie finestre a doppia anta sono state sostituite con grandissime vetrate a tutta altezza e parete che eliminano, di fatto, qualunque confine tra l’esterno e l’interno. Si può interagire col giardino da ogni angolo della dimora, godendo in qualsiasi momento della natura incontaminata che si sviluppa attorno all’edificio. La villa che Jan Skuratowski ha personalmente rimesso a nuovo non è, al momento, arredata, ma ciò fa sì che se ne possano ammirare con estrema attenzione dettagli e rifiniture.


Si nota, così, che il pavimento in parquet è d’una raffinatezza esemplare e che si sposa alla perfezione con i colori neutri di infissi e pareti. Per quanto riguarda la pianta, l’edificio principale di questo immobile si compone di zona giorno, cucina, sala da pranzo e zona notte, distribuite due livelli. Ogni piano dispone di un proprio bagno e di un terrazzo.

Dal salotto, invece, si accede direttamente al giardino e a un’area esclusiva della casa, quella che include una lussuosissima sauna in cui rilassarsi dopo una lunga giornata di lavoro. La seconda struttura è suddivisa, grosso modo, alla stessa maniera, ma ha una metratura inferiore all’unità abitativa principale.

Anche in essa, quindi, il pavimento in olmo è ulteriormente valorizzato dalle candide pareti bianche, che non sono volutamente state ridipinte in un colore più estroso per fare in modo che il total white facesse spiccare la bellezza del legno, onnipresente in questa meravigliosa casa di lusso in Svizzera.

  • email
  • Print
  • Facebook
  • Twitter

Lascia un commento