Care’s

Viaggi e Sapori | di giada barbarani | 15 gennaio 2018, 15:49
DAL 14 AL 17 GENNAIO, La��ALTA BADIA OSPITA CAREa��S, IL PROGETTO GASTRONOMICO VOLUTO DALLO CHEF STELLATO NORBERT NIEDERKOFLER, SINONIMO DI ETICA E SOSTENIBILITAI�

Norbert Niederkofler A�DanielToI?chterle

A�LA SOSTENIBILITAI� NON SI DICE, MA SI FA, nel proprio piccolo, cosiI� come su grande scalaA�. Questa la filosofia che accompagna la nuova edizione invernale di Carea��s – The ethical Chef Daya��s, il progetto ideato e voluto da Norbert Niederkofler, chef tre stelle del ristorante St. Hubertus della��Hotel Rosa Alpina San Cassiano, per affrontare, partendo dal cibo, tematiche importanti, come la mobilitaI� sostenibile (uno degli sponsor, non a casa, eI� Audi), la��uso di energie alternative, la��attenzione al riciclo e al riutilizzo degli scarti. Un tema che questa��anno vede protagoniste non solo le piccole realtaI�, ma anche e soprattutto le grandi aziende.

Il rifugio Lagazuoi in Alta Badia. A�DanielToI?chterle

A sostenere la tesi della terza edizione di Carea��s, che va in scena dal 14 al 17 gennaio in Alta Badia, i protagonisti dei Carea��s Talk: Oscar Farinetti, fondatore e ideatore di Eataly e FICO; Stefania Lallai, di Costa Crociere; Lara Gilmore, di Food for Soul, affiancati dagli chef James P. McMahon e Matt Orlando, impegnati con i propri ristoranti e progetti nella riduzione dello spreco alimentare. In questi tre giorni di appuntamenti, il cibo diventa cosiI� il pretesto per approfondire il confronto su sostenibilitaI�, cura del territorio, tutela della��ambiente ed etica.

Uno dei piatti della scorsa edizione. DanielToI?chterle

A interpretarlo, oltre a giornalisti e imprenditori, 35 chef internazionali provenienti da 14 nazioni e 4 continenti. Tra questi, Mitsuharu Micha Tsumura, chef del Maido a Lima, miglior ristorante dei Latin Americaa��s 50 Best Restaurants; Leono Espinosa, del Leo Cocina y Cava di BogotaI�, promotrice della fondazione Funleo, che si occupa di tutelare le piuI� antiche tradizioni della cucina colombiana; Jock Zonfrillo, dalla��Australia degli Aborigini; Filippo La Mantia e Giancarlo Morelli, chef stellato del Pomiro-eu di Seregno, che partecipa da anni alla realizzazione di Carea��s.

Lo chef Giancarlo Morelli. A�DanielToI?chterle

Il tutto in una location unica: le vette della��Alta Badia. Dai rifugi, che ospitano masterclass e pranzi in alta quota (il Piz BoeI� Alpine Lounge e il Luigi Gorza di Porto Vescovo), agli alberghi di San Cassiano, La Villa e Corvara, con il Rosa Alpina come quartier generale. Per finire, gli Awards, promossi dagli sponsor. Da Audi, title sponsor, a Marchesi 1824, che sostiene il Social Responsability Award, da Ferrari Trento a Lavazza, a molti altri che affiancano questo importante appuntamento sulla sostenibilitaI�.

  • email
  • Print
  • Facebook
  • Twitter

Comments are closed.