Top five

Cultura e Spettacolo | di Angela Puchetti | 26 aprile 2018, 10:56

Pensieri non buoni che ritornano a navigare nella mente. A turno nella mente di ciascuno. Come succede in Invidia il prossimo tuo dello scozzese John Niven, pubblicato da Einaudi (290 pp., 18 euro), quando Alan Grainger incontra il suo migliore amicoa? Craig Carmichael, a cui un tempo invidiava tutte le carte per essere destinato al successo, magari come rock star. Nel vederlo ridotto a chiedere l’elemosina, a quasi 50 anni, Alan prova dispiacere e al contempo si scopre felice di avercela fatta, lui, a diventare un famoso critico gastronomico. CosA�, apre a Craig la porta di casa sua, per aiutarlo, e innesca la sua stessa rovina. Un romanzo che rovista con cura nei sentimenti piA? nascosti, perquisendo gli alti e bassi di due uomini, lasciando emergere ciA? di cui non si puA? andare fieri, ma A? molto comune negli esseri umani.

Cos’A? accaduto a un uomo, un operaio bretone, per condurlo fino al punto di uccidere un suo simile, un agente immobiliare, lo racconta, invece, Tanguy Viel in Articolo 353 del codice penale (Neri Pozza, 141 pp., 15 euro) che dell’atore ha giA� pubblicato L’assoluta perfezione del crimine, Insospettabile e Paris Brest). O meglio, ce lo svela lo stesso protagonista, perchA� il romanzo A? scritto in prima persona ed A? facile identificarsi con il protagonista che fa i conti con le sue scelte e con la sua coscienza. E noi con lui. Da leggere per vedere come si diventa assassini.

Dallo stesso Leonard Michaels (professore di inglese all’UniversitA� della California, Berkeley, scomparso nel 2003), che in Silvya (Adelphi), racconta la storia con la sua prima moglie, Einaudi traduce Il club degli uomini (140 pp., 17 euro), uscito nel 1981, da cui A? tratto l’omonimo film di Peter Medak, nel 1986. Con una scrittura magistrale e mai scontata, che ha reso l’autore negli ultimi anni di culto, e attraverso confidenze che emergono nel corso di una sola notte tra uomini, Michaels ci mostra i lati fragili dell’identitA� maschile, perfettamente attuali. Da non perdere, come pure Silvya (Michaels ha firmato solo due romanzi e cinque raccolte di racconti non ancora disponibili in italiano).

Attesa come sempre arriva in libreria una nuova avventura del maestro dell’horror quotidiano, Stephen King, scritta a quattro mani con Richard Chizmar. Con La scatola dei bottoni di Gwendy (Sperling & Kupfer, 240 pp., 17,90 euro) ricompare Castle Rock, la cittA� di Stand By Me, e si affronta un tema sempre piA?sentito: il bullismo. Ad esserne vittima una dodicenne sovrappeso, che tenta di dimagrire correndo. Fino al giorno in cui uno sconosciuto le porge un dono molto particolare. Da leggere per meditare sulle tentazioni.

Per tutti i fan di Georges Simenon, infine, torna sullo scaffale Il fiuto del dottor Jean (Adelphi), che ha per protagonista un giovane dottore con la’istinto da Sherlock Holmes. Il volume contiene anche altri racconti tra cui Il fantasma del signor Marbe, inedito in Italia.


  • email
  • Print
  • Facebook
  • Twitter

Comments are closed.