Cena da Cocteau

Viaggi e Sapori | di giuliana di paola | 20 luglio 2018, 16:26

Cenare in un’opera d’arte firmata Jean Cocteau: la Villa Santo Sospir allo stesso tavolo dove, negli anni 50, si sono avvicendati Coco Chanel e Pablo Picasso, Henri Matisse e Yves Saint Laurent. Questa è la proposta esclusiva del Grand-Hôtel du Cap-Ferrat. Lo storico albergo aperto in Costa Azzurra nel 1908, e ora parte della catena dei Four Seasons Hotel, offre ai propri ospiti la possibilità di vivere l’esperienza unica d’immergersi nella villa di Francine Weisweiller trasformata in un’opera d’arte appunto da Cocteau che lo racconta nell’ominimo film Villa Santo Sospir. La socialite parigina aveva conosciuto Cocteau nel 1950 durante le riprese del film tratto dal suo romanzo più famoso, I ragazzi terribili, grazie alla cugina Nicole Stephane, protagonista della pellicola, e l’aveva invitato a trascorrere una vacanza presso di lei.

E in quell’occasione l’eclettico e instancabile artista per tenersi impegnato aveva chiesto alla padrona di casa di poter dipingere una testa di Apollo sopra al camino in soggiorno, da lì il genio di Cocteau ha istoriato ogni angolo della villa, dai disegni sul soffitto fino ai mosaici sul pavimento del cortile. Il pacchetto comprende il transfer dal Grand Hotel du Cap-Ferrat, una visita guidata con Eric Marteau, custode, curatore e memoria vivente della villa, l’aperitivo al tramonto sulla terrazza affacciata sul Mediterraneo e la cena con menù di quattro portate creato ad hoc dallo chef stellato Yoric Tièche, con selezione di vini inclusi. La villa può ospitare fino a sei commensali. Il prezzo è di 4.200 euro per due persone (286 euro a testa per gli ulteriori ospiti, 150 euro se si tratta di bambini sotto i 12 anni). La prenotazione dev’essere effettuata 20 giorni prima (concierge.capferrat@fourseasons.com, tel. 0033.4.93768126).

  • email
  • Print
  • Facebook
  • Twitter

Lascia un commento