Gusti Spaziali

Cultura e Spettacolo | di Luca Zaramella | 29 ottobre 2019, 11:10

Nel cinquantenario dello sbarco sulla Luna e a cinque anni dalla prossima missione moon oriented annunciata dalla Nasa, il satellite della Terra è una continua fonte d’ispirazione per artisti e poeti, filosofi e scienziati. Nell’illimitata fantasia umana, infatti, la Luna non cessa mai di essere fonte d’ispirazione per chi talvolta ama perdersi nel cielo e sorprendersi a fissare ciò che sfugge al suo controllo e così il fascino immortale che riesce a suscitare nell’uomo si ritrova anche in mixology. Come dimostra il Belvedere Eclipse cocktail, il signature drink che Paolo Viola, il giovane Brand ambassador Belvedere Vodka con un passato al Rivoli Bar del Ritz Hotel di Londra e oggi bar manager di Terrazza Calabritto a Milano, ha creato per Gentleman.

Questo cocktail ispirato all’eclissi lunare, come racconta Paolo Viola, risulta fresco e pungente proprio grazie al carattere di Belvedere Vodka Pure, la grande armonia è data dal Marsala, mentre l’agrumato e la leggera astringenza sono dovute alla Yuzu Clarification. Ottimo con le ostriche o degustato insieme alle acciughe del Cantabrico su un letto di pane carasau originario del centro della Sardegna, ma diffusissimo ormai su tutto il territorio nazionale. In passato era il pane che i pastori portavano, tra le provviste, nei lunghi periodi lontano da casa, oggi rappresenta l’abbinamento perfetto con questo cocktail. In fine il Blue Curaçao, versato a drink pronto dà quell’effetto di illusione ottica e crea la scenografia giusta che rispecchia l’idea di Belvedere Eclipse. In perfetto mood lunare, appunto.

  • email
  • Print
  • Facebook
  • Twitter

Lascia un commento