Haven in the gulf

Viaggi e Sapori | di giada barbarani | 18 dicembre 2019, 12:19

Tra sapori stellati e Spa da sogno, il primo Mandarin Oriental negli Emirati è già un must


Per esordire in Medio Oriente il gruppo Mandarin Oriental ha puntato su Dubai. Una scommessa vincente, visto che a pochi mesi dalla sua apertura l’albergo è diventato punto di riferimento non solo per i turisti più esigenti, ma anche per i businessman grazie alla posizione strategica: è, infatti, il resort sulla spiaggia più vicino a Downtown Dubai e ai quartieri finanziari. Le camere, 178, e le suite, 78, sono state concepite dal designer Jeffrey Wilkes come rifugi privati nel Golfo Persico, affacciate sulla spiaggia o con vista sul futuristico skyline: i colori vanno dal blu del cielo e dell’oceano al beige della sabbia, all’arancio del tramonto, con mobili dal design contemporaneo.

E così si presenta anche il resto dell’albergo: dalla hall, dove i 14 alberi di metallo bronzeo, ognuno con 900 luci, creano una volta di cristallo e luce scintillante, a tre dei sei ristoranti (il The Bay, in stile brasserie; il Sun Vibe, a bordo piscina, perfetto per uno spuntino veloce; alla terrazza del Tasca, dove lo chef due stelle Michelin José Avillez accompagna gli ospiti in un viaggio attraverso i sapori portoghesi, sua terra natale). Da provare anche Netsuu (qui sopra), steakhouse giapponese che segue la tradizione Warayaki, dove lo chef australiano Ross Shonhan interpreta con creatività autentiche ricette giapponesi (il consiglio è di arrivare in anticipo e fermarsi al bancone del bar per un ottimo drink). E poi, il Beluga Bar, dove degustare caviale accompagnato dalle più prestigiose bollicine; la Noor Lounge, per un tè, e il Mandarin Cake Shop, paradiso per gli amanti dei dolci.

Nessun pericolo per la linea: la Spa di 2mila metri quadrati, con palestra all’avanguardia e i famosi trattamenti marchio di fabbrica del Mandarin Oriental (da provare il nuovo Nomadic Sensory, ispirato alle usanze dei beduini degli Emirati), è il luogo perfetto per far evaporare i sensi di colpa dovuti a qualche peccato di gola. Visto il successo che ha ottenuto il Jumeira, il gruppo Mandarin Oriental ha recentemente inaugurato un altro albergo negli Emirati, in Qatar: il Doha, indirizzo intimo ed elegante nel cuore di Msheireb Downtown Doha.

  • email
  • Print
  • Facebook
  • Twitter

Lascia un commento

  • blog