A oner del mento

Wellness e Sport di giada barbarani

Finalmente una buona notizia per le donne che amano lo shaved man: il look da boscaiolo che tanto ha imperversato nelle ultime stagioni tra influencer, modelli e uomini comuni, sta tramontando, a favore di barbe più corte, sfumate e con profili marcati, fino ad arrivare al classico viso sbarbato e pulito da brava ragazzo. La fine del lumbersexual è stata annunciata in anteprima dalle colonne del Wall Street Journal e poi, a seguire, da tutti i barber di tendenza. Come racconta Davide, di Gum Salon: «Il look con barba si trasforma. Quella lunga, seppur curata, ha fatto il suo tempo: c’è chi ha cominciato a esagerare con lo stile hipster, fino a portarlo allo sfinamento, con il risultato di una noia generale. Di fatto, la classica barba dei tre giorni si trasforma in una scelta per chi vuole sentirsi in ordine con un look apparentemente casual. Basta creare la giusta sagoma seguendo la crescita della barba. E per mantenerla, si regola appena prima che sia troppo lunga, intorno ai 5/6 mm».

Dall’alto, in senso orario: olio da rasatura ammorbidisce la barba per una rasatura precisa e una pelle protetta di Acqua di Parma (30 ml, 44 euro); olio naturale per mantenere compatto lo styling della barba. Di Gum. (50 ml, 50 euro); detergente per la cura di barba e baffi rinfrescante  grazie agli oli essenziali naturali di eucalipto, bergamotto e rosmarino. Di Proraso (18 euro); emulsione rinfrescante dopobarba, con acido ialuronico, che idrata e lenisce la pelle. Barbiere di Acqua di Parma (100 ml, 61 euro); sapone da barba Sandalwood in bowl di legno tornita e rifinita a mano. 53,50 euro. Di Truefitt&Hill, distribuito in Italia da Calè; set rasoio e pennello in argento (205 euro), di Lorenzi by Larusmiani; eucalipto, bergamotto e rosmarino per il balsamo rinfrescante di Proraso (16 euro); oli essenziali di sandalo, legno di cedro ed eucalipto. Di Kiehl’s (30 ml, 30 euro).
 
 

Dello stesso parere, anche Hiroshi Vitanza, proprietario dei due Hiro Barber Shop (a Buccinasco e a Milano) e ideatore di Barber Mind, linea di prodotti completamente made in Italy, esportata in 20 paesi nel mondo. «Il 2019 vedrà le barbe che fino a ieri erano molto lunghe, accorciarsi, in alcuni casi drasticamente», racconta Hiro. «Anche per quanto riguarda i prodotti ci sarà una selezione molto più accurata, a favore di quei brand che negli ultimi anni si sono distinti per costanza e qualità». Perché se da una parte le lunghezze cambiano seguendo le mode, non cambia il tempo che gli uomini dedicano alla cura del grooming. Dagli appuntamenti ai barber shop a quelli casalinghi, seguendo gli stessi rituali, con prodotti studiati ad hoc per barba e capelli. L’ultimo consiglio arriva dai barber di Bullfrog: «Per la barba più corta di 1 cm, un look scelto soprattutto dai più giovani, perfetto il rasoio elettrico. Ma attenzione all’effetto pelle secca: si deve sempre utilizzare un balsamo adatto».

Dall’alto, in senso orario: olio multifunzionale perfetto sia come trattamento pre-rasatura, sia come finish per rendere più morbide le barbe lunghe e molto crespe. Di Bullfrog (18 euro); pennello con manico in bamboo. In abbinata, anche il rasoio. Lorenzi by Larusmiani; olio di Tsubaki, estratto dalla camelia giapponese, è l’ingrediente protagonista della linea di Barber Mind che comprende prodotti per capelli, barba e rasatura; D.R. Harris Arlington After Shave è ideale come balsamo dopobarba per calmare la pelle (64 euro, distribuito da Calè); ideale sia come trattamento pre-rasatura in abbinamento al panno caldo, sia per la rasatura la crema Secret potion n°1 di Bullfrog (20 euro); rasoio a lama in oro con manico in corno (265 euro) Lorenzi by Larusmiani; per preparare il viso alla rasatura, il Purifying Face Wash di Neal’s Yard Remedies (18 euro circa); crema viso dopobarba classica di Acqua dell’Elba.
Classifica elaborata 01 aprile 2019
  • email
  • Print
  • Facebook
  • Twitter

Lascia un commento