Il dolce stil novo

Moda e Tendenze di Samantha Primati
  • 01. Anni 20. Da sinistra: Gucci, Etro, Emporio Armani

    01. Anni 20. Da sinistra: Gucci, Etro, Emporio Armani

  • 02. Oro. Da sinistra: Roberto Cavalli, Moschino, Francesco Scognamiglio

    02. Oro. Da sinistra: Roberto Cavalli, Moschino, Francesco Scognamiglio

  • 03. Modernismo. Da sinistra: Jil Sander, Marni, Emporio Armani

    03. Modernismo. Da sinistra: Jil Sander, Marni, Emporio Armani

  • 04. Stampe. Da sinistra: Salvatore Ferragamo, D&G; Emilio Pucci

    04. Stampe. Da sinistra: Salvatore Ferragamo, D&G; Emilio Pucci

  • 05. Origami. Da sinistra: Gabriele Colangelo, Fendi, Versus

    05. Origami. Da sinistra: Gabriele Colangelo, Fendi, Versus

  • 06. Snob. Da sinistra: Jil Sander, Prada, Fendi

    06. Snob. Da sinistra: Jil Sander, Prada, Fendi

  • 07. Culottes. Da sinistra: Antonio Marras, Anteprima, Aquilano e Rimondi

    07. Culottes. Da sinistra: Antonio Marras, Anteprima, Aquilano e Rimondi

  • 08. Sportswear Chic. Da sinistra: Trussardi, Sportmax, Mila Schon

    08. Sportswear Chic. Da sinistra: Trussardi, Sportmax, Mila Schon

  • 09. New Sexy. Da sinistra: Aquilano Rimondi, Prada, Versus

    09. New Sexy. Da sinistra: Aquilano Rimondi, Prada, Versus

  • 10. Italian Diva. Da sinistra: Bottega Veneta, Giorgio Armani, Dolce & Gabbana

    10. Italian Diva. Da sinistra: Bottega Veneta, Giorgio Armani, Dolce & Gabbana

Femminiltà grintosa combinata con una seduzione ingenua. Questa è la macrotendenza per la moda della primavera estate. E infatti sembra proprio che siano finiti i tempi degli abiti da favola, impossibili da indossare e dedicati solo al red carpet. Un nuovo stile si è svelato a ritmo di linee eleganti, abiti per tutti i giorni, stampe coloratissime. E una nuova donna ha preso forma, sicura di sè, dall’eleganza gentile e dall’aria serena. E allora se è vero che la moda veste i tempi un alito di ottismo sembra farsi largo all’orizzonte. Cosa scegliere? Largo spazio alla personalità e alla creatività. Tanto ce n’è per tutti i gusti. Allora ecco le tendenze per la stagione che timidamente sta iniziando.

  1. Anni 20

    Il decò è stato il denominatore comune delle sfilate milanesi. Gucci ha presentato abiti che si vedranno sulle copertine di tutti i giornali. Ma ci sono anche Emporio Armani, Antonio Marras ed Etro, con stampe geometriche seducenti

  2. 2.
    Oro
    scheda
    Oro

    Oro disegnato in motivi e pizzi come quelli di Francesco Scognamiglio, Cavalli e Moschino. Ma anche lamè, proposto da Ferragamo e Ferrè

  3. Modernismo

    Jil Sander ha proposto una collezione al confine con l' alta moda citando il modernismo inglese della metà del secolo scorso. E con lui  Marni ed Emporio Armani

  4. 4.
    scheda
    Stampe

    Stampe come foulard in seta lucida e sensuale per Ferragamo, D&G ed Emilio Pucci.

  5. Origami

    Colori tenui e tessuti semplici tagliati secondo l'arte della più antica tradizione giapponese, l'origami appunto. Eleganti e semplici gli abiti di Colangelo, Fendi e Versus


  6. 6.
    scheda
    Snob

    Abiti di cotone, forme femminili, lunghezze per tutte le occasioni. Signorine snob sono apparse sulle passerelle di Fendi, Jil Sander e Prada


  7. Sportswear chic

    Sportiva, ma elegante. Perfetta la collezione di Trussardi, in linea con la sua storica tradizione. Sportmax ha declinato lo sportswear in colori pastello e Mila Schon gli ha dato un tocco urbano con gonne pantaloni e camicie accollate

  8. Culottes

    Culottes come quelle che si usavano negli anni 50 si sono viste quasi ovunque: spuntare da cappottini bon ton da Marras, in forma di body da Prada e in versione sportiva da Anteprima. Aquilano Rimondi invece le ha proposte in versione fiera da amazzone.

  9. New Sexy

    Una nuova sensualità accennata sta prendendo forma. Fatta di abiti plissettati, tessuti leggeri e orli che accarezzano le ginocchia. Come quelli visti da Prada, Aquilano e Rimondi e Versus


  10. 10.
    scheda
    Diva

    Come Sophia Loren, Gina Lollobrigida e Brigitte Bardot. Corsetti, trasparenze, grandi cappelli, pantaloni capri per una sensualità forte e tutta mediterranea. Visti da Bottega Veneta, Giorgio Armani e Dolce & Gabbana

Classifica elaborata 12 marzo 2012

Lascia un commento