Eventi

Cultura e Spettacolo di chiara cantone

BOLOGNA
Artelibro. Festival del Libro e della Storia dell’arte.
Dal 18 al 21 settembre
Palazzo di Re Enzo e del Podestà, piazza Nettuno
www.artelibro.it
Con l’obiettivo di riscoprire il patrimonio artistico e culturale tricolore, l’XI edizione, ampliata nella formula, propone una selezione di capolavori assoluti nella mostra La scrittura splendente. Tesori manoscritti dalle biblioteche italiane (19-25 settembre): esemplari unici per antichità, rarità e preziosità, come la Bibbia di Borso d’Este (1455-1461), la Bibbia di Marco Polo (1230-1240), la Vita Christi di Ludolfo di Sassonia, e, in digitale, il Codex Purpureus Rossanensis.

FIRENZE
Picasso e la modernità spagnola
Dal 21 settembre al 25 gennaio
Palazzo Strozzi, piazza Strozzi, tel. 055.2645155
www.palazzostrozzi.org
Una selezione di opere del grande maestro illustra la sua influenza su tutta l’arte del XX secolo mettendolo a confronto con altri connazionali come Joan Miró, Salvador Dalí e Juan Gris. Tra i 90 lavori in mostra, capolavori come Testa di donna (1910), Ritratto di Dora Maar (1939), i disegni, le incisioni e i dipinti preparatori per la Guernica (1937).

Ritratto di Dora Maar

Gio Ponti e la Richard Ginori: una corrispondenza inedita
Fino all’8 novembre
Museo Marino Marini, piazza San Pancrazio,
telefono 055.219432
www.museomarinomarini.it
Una mostra volutamente piccola, con sezioni ben definite (dall’idea al prodotto, le committenze speciali, la comunicazione, il ruolo delle mostre) e circa 50 pezzi selezionati, alcuni unici, provenienti dalla collezione di ceramiche di Gio Ponti del Museo di Doccia, più una trentina di lettere dell’architetto/designer, in gran parte inedite, provenienti dall’archivio della Manifattura Richard Ginori, con schizzi, disegni e indicazioni di fabbricazione.

Gio Ponti negli anni Venti

Giuseppe Penone. Prospettiva vegetale
Fino al 5 ottobre
Forte di Belvedere; Giardino di Boboli, tel. 055.290383
www.polomuseale.firenze.it
Dopo i giardini di Versailles e l’installazione alla Venaria di Torino, Giuseppe Penone si confronta ora con il parco storico di Boboli e con la sfida che Forte di Belvedere ha lanciato ad alcuni dei più grandi scultori del XX e del XXI secolo. Offrendo una nuova prospettiva, le sue opere (sopra, Luce e ombra, 2014) alimentano il dialogo serrato tra scultura, architettura e paesaggio, ma anche tra presente, passato e futuro.

Luce e ombra, 2014

MARTIGNY (SVIZZERA)
Revoir Renoir
Fino al 23 novembre
Fondation Pierre Gianadda, rue du Forum 59,
tel. +41(0).27 .722 39 78
www.gianadda.chI
100 opere, per lo più da collezioni private, per raccontare il più romantico degli impressionisti francesi: in mostra un Renoir inedito, più intimo. Il lucido percorso cronologico propone nelle sue fasi il temperamento spesso intimista del pittore, che ha raccontato parimenti il paesaggio e l’eterno femminino e le nature morte.

LUCCA
David Lynch. Lost Images
Dal 29 settembre al 9 novembre
Nuovo Archivio di Stato, piazza Guidiccioni 8, tel. 0584.792655
Il regista David Lynch è l’ospite d’onore del Lucca Film Festival (dal 28 settembre al 3 ottobre) con la retrospettiva completa dei suoi film e la mostra dedicata all’inedita attività di fotografo e litografo del regista americano. Oltre 60 opere: dalle due serie fotografiche in bianco e nero di grande e medio formato, Small Stories e Women and Machines, alla suite di litografie realizzate a partire dal 2007.

Lets rock

MILANO
Marc Chagall. Una retrospettiva 1908-1985
Dal 17 settembre all’1° febbraio
Palazzo Reale, piazza Duomo 12, tel. 02.54911
www.ticket.it/chagall
La più grande retrospettiva mai dedicata in Italia a Marc Chagall – oltre 220 opere, dal primo dipinto del 1908, Le petit salon a Il compleanno del 1915 (sotto) fino agli ultimi, monumentali degli anni 80 – ne ripercorre l’intero percorso artistico, accostando opere ancora nelle collezioni degli eredi a capolavori provenienti dai maggiori musei.

Il compleanno

Giovanni Segantini
Dal 18 settembre al 18 gennaio
Palazzo Reale, piazza Duomo 12
www.comune.milano.it/palazzoreale
Per la prima volta a Milano, 120 opere di Segantini provenienti da importanti musei e collezioni europee e statunitensi, divise in otto sezioni, ciascuna dedicata a un aspetto della sua arte illustrato da grandi capolavori: dagli scorci milanesi agli autoritratti, dalle nature morte ai ritratti, dai paesaggi alpini sino agli ultimi esiti simbolisti.

Primavera sulle Alpi (Raffigurazione della Primavera),

Genesi. Sebastião Salgado
Fino al 2 novembre
Palazzo della Ragione Fotografia, piazza dei Mercanti 1, tel. 02.43353535
www.mostrasalgado.it
245 immagini documentano scorci di mondo in cui natura ed esseri viventi coesistono ancora in equilibrio: un itinerario fotografico in bianco e nero, in cinque sezioni, che ripercorre le zone battute da Salgado, raccontando la rara bellezza del nostro pianeta.

Brasile

PADOVA
Corcos. I sogni della Belle Époque
Fino al 14 dicembre
Palazzo Zabarella, via San Francesco 27, tel. 049.8753100
www.zabarella.it
La vicenda artistica del pittore livornese, fra ’800 e ’900, rappresentata da oltre 100 opere, fra capolavori noti e numerosi inediti, in un percorso che trae le mosse da Sogni (qui a destra), il controverso dipinto universalmente ammirato per l’originalità della composizione e l’inquieto carattere della giovane donna raffigurata.

Lune de miel

PARMA
Alfred Hitchcock nei film della Universal Pictures
Fino al 9 novembre
Palazzo del Governatore, piazza Garibaldi, telefono 0521.218929
www.palazzodelgovernatore.it
In occasione del 50° anniversario del film Marnie, il maestro del brivido torna in scena con oltre 70 fotografie e contenuti speciali provenienti dagli archivi della Universal Pictures. Il pubblico si immergerà nei backstage dei principali film scoprendo particolari curiosi sulla realizzazione delle scene più celebri, sull’impiego degli effetti speciali, sugli attori e sulla vita privata del grande maestro (sopra, con James Stewart sul set de La finestra sul cortile, del 1954).

Alfred Hitchcock sul set di “Topaz” (1969)

ROMA
Escher
Dal 20 settembre al 22 febbraio 2015
Chiostro del Bramante, via Arco della Pace 5, telefono 06.68809035
www.chiostrodelbramante.it
Oltre 130 opere a testimoniare il lavoro dell’artista, incisore e grafico olandese Maurits Cornelis Escher. Il percorso della mostra vuole seguire letteralmente lo sguardo di Escher, che ha preso le mosse dall’osservazione diretta e puntuale della natura, sull’onda del fascino che esercitò su di lui il paesaggio italiano.

Mano con sfera riflettente

VARIE Città
VII Giornata nazionale sulla Sla
21 settembre
www.aisla.it
Una piccola offerta per una grande causa. E per una bottiglia di Barbera d’Asti Docg. È la proposta dei volontari di Aisla, Associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica, presenti in 120 piazze dello Stivale con l’iniziativa Un contributo versato con gusto, per raccogliere fondi da destinare all’assistenza dei 6mila italiani malati di Sla.

VENEZIA
Nel segno di Carlo Scarpa
Fino al 29 settembre
Fondazione Querini Stampalia,Santa Maria Formosa, Castello 5252, tel. 041.2711411
www.querinistampalia.org
Nel segno di Scarpa racconta la relazione-contaminazione fra il maestro veneziano e architetti contemporanei che nel tempo hanno interpretato lo spazio Carlo Scarpa nella Fondazione Querini Stampalia (qui sotto, sezione longitudinale e schizzi di dettaglio di Carlo Scarpa): da Margarita Andre a Michelangelo Pistoletto. Ma anche altri artisti, come il compositore Atsuhiko Gondai e il regista Riccardo De Cal.
musei, palazzi, carceri, sale da concerto e stabilimenti industriali.

Classifica elaborata 15 settembre 2014
  • email
  • Print
  • Facebook
  • Twitter

Lascia un commento