I cibi energetici

Wellness e Sport di Laura Pizzardello

cibi energetici

Nei cambi di stagione il corpo e la mente subiscono un brusco scossone. Spesso si subisce un calo di umore e il fisico sembra essere più fiacco. Ci sono rimedi utili come bevande energetiche o integratori, ma niente è più efficace di un’alimentazione mirata a compensare gli scompensi stagionali. Ecco, quindi, un elenco di cibi che aiutano a rigenerarsi, a ritrovare energie e concentrazione. Il trucco è farne un uso corretto.

  1. Legumi e carne

    Sono i costituenti essenziali di tutte le cellule , forniscono energia ai muscoli e aiutano a vincere la stanchezza fisica. Mangiare un paio di volte alla settimana la carne, scegliendo i tipi piu’ magri (pollo, tacchino, coniglio). Consumare il pesce 3 volte alla settimana due o tre volte il formaggio( fresco o stagionato) e un paio di volte i legumi abbinati a pasta o riso.

  2. 2.
    Uova

    In caso di anemia, la carenza di ferro puo’ far sentire di piu’ la tipica astenia primaverile. Sarà utile, quindi, arricchire la dieta di questo minerale indispensabile per il trasporto dell’ossigeno ai tessuti e per la formazione dei globuli rossi. Si trova nella carne , nei legumi, nelle uova e nelle verdure a foglia verde, come gli spinaci.

  3. Pasta e riso

    Pasta, riso e prodotti da forno sono principale fonte di energia, perche’ ricchi di zuccheri complessi che vengono bruciati lentamente. In una dieta bilanciata, dovrebbero coprire il 55-60% delle calorie giornaliere. Come arrivarci? Mangiando ogni giorno un piatto di pasta o riso piu’ due panini. Gli zuccheri danno anche il buonumore, perche’ favoriscono la produzione di serotonina

  4. 4.
    Formaggio

    Le variazioni di clima, temperatura e luce possono influenzare la produzione di ormoni. In alcune persone diminuisce la produzione di adrenalina, che aiutano a tenere alto l’umore e l’attenzione. Ci si sente leggermente depressi. Per riportarli a valori normali puntare su carne, formaggi e legumi.

  5. 5.
    Pesce

    Quando ci si sente giù di ton la colpa può anche essere di un deficit di iodio che provoca uno squilibrio della tiroide, e quindi altera la secrezione di alcuni ormoni. Per recuperare questo prezioso minerale, mangiare il pesce di mare un paio di volte a settimana, oppure consumare sale iodato, in vendita al supermercato.

  6. 6.
    Agrumi

    In inverno aiuta a potenziare le difese immunitarie e a difenderti dai virus, in primavera a favorire la sintesi di adrenalina, che stimola l’attenzione e la concentrazione. Per assicurare una buona dose di vitamina C, consumare abbondantemente agrumi, kiwi, prezzemolo, cavoli e peperoni.

  7. 7.
    Noci

    Le mandorle contengono rame che combatte la debolezza e contribuisce la formazione dei globuli rossi. Questo minerale si trova anche nei cereali integrali, nei vegetali a foglia verde e nel pesce di mare. Le noci, invece, sono ricche di zinco che da energia e migliora le difese immunitarie. Hanno le stesse proprietà il lievito di birra, fagioli, germe di grano.

  8. 8.
    Caffè

    La bevanda piu’ amata dagli italiani stimola vigilanza e concentrazione, grazie a due sostanze nervine, caffeina e teofillina, che svolgono un’azione euforizzante. Recenti ricerche hanno dimostrato che il caffè può bloccare i recettori dell’adenosina, una sostanza che diminuisce l’eccitabilità delle cellule celebrali e, quindi, annullare i meccanismi che ci buttano giù. Le dosi ideali? Tre tazzine al giorno.

  9. 9.
    Latte

    Tutti i formaggi, in particolare quelli stagionati, sono ricchi i calcio, che favorisce la trasmissione degli impulsi nervosi. Il latte, inoltre, contiene triptofano, un precursore della serotonina ha effetto calmante, che contrasta l’insonnia, molto diffusa nel cambio di stagione.

  10. 10.
    Alghe

    Sono ricchissime di minerali, tra cui spicca lo iodio, e contengono arginati, sostanze che catturano le tossine, aiutando l’organismo a depurarsi. Si trovano in erboristeria e nei negozi specializzati in prodotti naturali. Puoi aggiungerle al minestrone o alle verdure stufate. Le varietà più buone in cucina sono la kombu, la hiziki e la wakame.

Classifica elaborata 17 maggio 2012
  • email
  • Print
  • Facebook
  • Twitter

Lascia un commento