L’altra Puglia

Expo2015 di Marcella Magliucci
  • La spiaggia di Vignanotica, incastonata tra Mattinata e Vieste.

    La spiaggia di Vignanotica, incastonata tra Mattinata e Vieste.

  • Il borgo medievale di Monte Sant’ Angelo.

    Il borgo medievale di Monte Sant’ Angelo.

  • Il Trabucco da Mimì, uno dei più famosi presidi Slow Food d’Italia.

    Il Trabucco da Mimì, uno dei più famosi presidi Slow Food d’Italia.

  • Il Vico del Gargano, soprannominato il Paese dell\'Amore, è inserito nella classifica dei borghi più belli di’Italia.

    Il Vico del Gargano, soprannominato il Paese dell’Amore, è inserito nella classifica dei borghi più belli di’Italia.

  • La Necropoli Daunia, arroccata sul cucuzzolo del Monte.

    La Necropoli Daunia, arroccata sul cucuzzolo del Monte.

  • La Basilica arroccata sul mare di Vieste e il caratteriostcio centro storico.

    La Basilica arroccata sul mare di Vieste e il caratteriostcio centro storico.

  • In barca, navigare lungo costa che va da Mattinata a Vieste, vista faraglioni.

    In barca, navigare lungo costa che va da Mattinata a Vieste, vista faraglioni.

  • Il Monte Sacro e l\'Abbazia Benedettina S.S. Trinità.

    Il Monte Sacro e l’Abbazia Benedettina S.S. Trinità.

  • Peschici, caratteristico borgo sospeso sul mare.

    Peschici, caratteristico borgo sospeso sul mare.

  • Per scoprire il territorio, l\'appuntamento è dal 9 al 12 ottobre con la Gargano Running Week.

    Per scoprire il territorio, l’appuntamento è dal 9 al 12 ottobre con la Gargano Running Week.

Verdissimo e accogliente, il Promontorio del Gargano è una propaggine di Puglia che si tuffa a capofitto nel mare tra ulivi secolari, agrumeti, spiagge bianchissime e scogliere frastagliate. Borghi medievali, ristoranti spettacolari e bagni da favola: ecco la top ten di ClassLife.it per un assaggio esclusivo di questo angolo di paradiso.

  1. La spiaggia di Vignanotica

    Incastonata tra Mattinata e Vieste è una spettacolare lingua di sabbia e sassolini bianchissimi e morbidi, incorniciata da scogliere e faraglioni di calcare che si gettano a precipizio nel mare cristallino e caldo. Bella 12 mesi l’anno, ma particolarmente suggestiva fuori stagione, questa spiaggia si raggiunge a piedi dopo aver lasciato la macchina lungo la strada litoranea. Insieme a Baia delle Zagare s’impone come un must per un bagno indimenticabile da aprile a novembre.

  2. Monte Sant’Angelo

    Entrato nella World Heritage List nel 2011, Monte Sant’ Angelo coniuga tutto il fascino di un borgo medievale perfettamente conservato con la forte impostazione cattolica della Puglia. Chiese e santuari, si alternano tra vicoli stretti e imponenti scalinate. Da non perdere una vista al rione Junno (con le sue casette medievali tutte bianche, alte un piano e incassate una nell’altra che ricordano un presepe). Per i buongustai imperdibile una sosta al ristorante di Gègè ( Jalantuumene, www.il_jalantuumene.it ) dove tradizione e modernità scoprono un incredibile sodalizio di sapori!

  3. Al Trabucco Da Mimi

    Travi di quercia, pino e abete che da un palchetto in legno si tuffano nel blu tra ami e reti. Questo è Il Trabucco, antico metodo di pesca locale oggi diventato uno dei ristoranti più celebrati del Gargano. Cibo freschissimo che dal mare arriva direttamente in tavola (si può anche partecipare attivamente alla pesca perché il trabucco è perfettamente attivo e funzionate) ma anche sapori della terra con le verdure degli orti di Peschici, l’olio e gli agrumi bio, sapientemente miscelati tra loro, hanno fatto de Al Trabucco da Mimi uno dei più famosi presidi Slow Food d’Italia, nonché un esperienza culinaria e sensoriale unica.

  4. Vico del Gargano

    Privilegiata porta d’accesso alla foresta Umbra (imponente polmone verde del Parco del Gargano, www.forestaumbra.com) e inserito nella classifica dei borghi più belli di’Italia, Vico del Gargano è un piccolo gioiello architettonico cinto da mura del 1292, perfettamente conservate. Soprannominato “ Il Paese dell’Amore”, è un crogiolo di monumenti storici, palazzi medievali, torri e vicoli in cui perdersi alla scoperta di antiche botteghe e trattorie d’autore. Per chi si avventura al fresco della foresta, un suggerimento "DOC": trovate il Rifugio Sfilzi, incredibile paradiso culinario inserito tra i fornitori ufficiali di “Her Majesty The Queen “ per le sue conserve di frutta.

  5. Necropoli Daunia

    Risalente al 2600 a.C., la Necropoli Daunia costituisce al tempo stesso un importante sito archeologico che vale sicuramente una visita e un’opportunità preziosa per affrontare la salita al Monte Saraceno, verdissimo balcone formato da tre colline con altezza variabile dai 230 a i 260 metri, che si affaccia sul mare regalando una vista mozzafiato sulla costa. Raggiungibile dalla caratteristica e affascinate cittadina bianca di Mattinata, la Necropoli, arroccata sul cucuzzolo del Monte, ospita 500 tombe scavate nella roccia risalenti all’Età del ferro.

  6. Il Centro Storico di Vieste

    Una bellissima cattedrale, un imponente castello e una Basilica arroccata sul mare costituiscono il cuore del centro storico di Vieste, pittoresco dedalo di viuzze punteggiate di botteghe artigianali e ristorantini tutti da scoprire. Archi medievali, balconi carichi di fiori e il calore della gente del posto amplificano il fascino di questa bella cittadina che si tuffa letteralmente nel mare e che, accanto a spiagge celebri e locali molto divertenti, è ancora capace di regalare pace e relax a chi passeggia tra i suoi vicoli respirando la storia.

  7. In barca da Mattinata a Vieste

    Verdissima, per lunghi tratti incontaminata e con grotte carsiche che si susseguono tra calette e baie accessibili solo dal mare, la costa che va da Mattinata a Vieste è uno spettacolo naturale dove fondali pulitissimi, acqua turchese, bianco delle rocce e verde della vegetazione del Parco del Gargano danno vita ad un caleidoscopio di colori irripetibile. Per godere a pieno di questi luoghi incantati, approfittando per fare bagni in un habitat veramente unico, è possibile noleggiare gommoni e barche con marinaio e senza. Fermate d’obbligo: Baia di Mergoli, Porto Greco e Pugnochiuso.

  8. Abbazia Benedettina S.S. Trinità

    La Leggenda vuole che Monte Sacro ospitasse un tempo gli adepti di un culto pagano che vennero annientati dopo l’apparizione dell’Arcangelo Michele nella grotta di Monte Sant’Angelo. Divenuto Sacro dopo la cacciata degli infedeli, il Monte divenne la sede di un convento Benedettino e, dal VI al XII secolo, ospitò una vasta biblioteca che lo trasformò in uno dei centri culturali più noti del Medioevo. Oggi è un sito monitorato dal FAI.

  9. Centro storico di Peschici

    Incuneato tra il mare e la Foresta Umbra, nel cuore del parco Nazionale del Gargano, Peschici domina la costa da Rodi a Vieste. Detentore di una delle prestigiose Bandiere Blu del Foundation for Enviromental Education questo affascinate borgo sospeso sul mare, oltre a essere una celebre stazione balneare, invita i suoi ospiti ad esplorare il suo strepitoso centro storico con corti, piazzette, scalinate e archi che si susseguono tra le mura bianchissime delle tipiche abitazioni della zona. Da non perdere.

  10. Gargano Running Week

    Occasione perfetta per coniugare la scoperta del Gargano con l’attività fisica, la Gargano Running Week (9 al 12 ottobre) è uno degli eventi più attesi del 2014. Organizzata sotto l’egida di Puglia Promozione, questa manifestazione coniuga 5 gare di corsa (due trail e tre podismo da 10 a 75 km di lunghezza su diversi percorsi, studiate per tutti i livelli di preparazione atletica) con una serie quasi infinta di eventi carattere storico, culturale e folcloristico. Tutta la costa Garganica sarà in festa con pacchetti speciali e offerte imperdibili per far scoprire questo fantastico territorio.

Classifica elaborata 03 giugno 2016

Lascia un commento