Mete per il 2012

Viaggi e Sapori di Laura Pizzardello
Mete per il 2012

Londra, Cuba, Tokyo, Yeosu (Corea del sud), Argentina, Baia di Fundy (Nuova Scozia, Canada atlantico), Islanda, Sri Lanka, Azzorre (Portogallo) e Normandia, le destinazioni top del 2012 individuate utilizzando e incrociando le infomazioni di NatGeo, Lonely Planet e Fodor’s.

  1. Londra (Gran Bretagna)

    Le zone orientali sono le più consigliate (Shoreditch, Hoxton e Dalston sono quartieri che meritano di essere esplorati di notte). Il vantaggio, durante le Olimpiadi (dal 27 luglio al 12 agosto 2012), sarà che la gente avrà lo sport per la testa e le code dei musei, tra i migliori esistenti, saranno meno lunghe del solito. Senza contare i concerti e gli eventi che animeranno ogni angolo del centro e dei quartieri di tendenza.

  2. Cuba (America Centrale)

    Per chi ama il "turismo fai da te". Grazie alle cosiddette casas particulares, letteralmente "case private", che permettono ai turisti meno esigenti di pernottare presso famiglie cubane a prezzi convenienti. In queste abitazioni, oltre alla prima colazione, si possono assaggiare specialità locali sia a pranzo che a cena, vivendo a pieno lo spirito di accoglienza dei cubani.

  3. Yeosu (Corea del Sud)

    The Living Ocean and Coast (Costa e Oceani che vivono - Diversità di Risorse e Attività sostenibili): il nome scelto dalla Corea del Sud per l'Expo 2012 che si terrà dal dal 12 maggio al 12 agosto.

  4. Argentina (America del Sud)

    Il Financial Times per quest'anno consiglia l'Argentina, perché Buenos Aires è sempre un meltin pot di colori culture profumi odori e impressioni di vita, perché le cascate dell'Iguazú da sole valgono il viaggio ma anche perché dappertutto è possibile trovare alberghi spettacolari a prezzi abbordabili. Il Paese sudamericano patria del tango e delle bistecche di manzo è una meta da tenere in considerazione.

  5. Baya du Fundy (Canada)

    La baia prende il nome dal XVI secolo, quando i portoghesi chiamarono la baia con il nome di "Rio Fundo" o "fiume profondo" e la sua marea è visibile ogni 24 ore in un ambiente tempestato di rocce particolari, fossili e uccelli migratori, quindi quanto mai mozzafiato.

  6. Tokyo (Giappone)

    A Tokyo si trovano ben 247 ristoranti stellati, per un totale di 331 stelle. Un record che ha lasciato attoniti gli stessi guru della guida Michelin, "costretti" a ricredersi e ad eleggere la capitale giapponese come meta impareggiabile e da non perdere per tutti gli amanti dell'engastronomia.

  7. Islanda

    Sono più di ottanta le aree protette tra parchi, monumenti naturali, riserve paesaggistiche e rifugi faunistici. La Nazione detiene il miglior indice di performance ambientale del 2010, indice che prende in considerazione diversi parametri come la qualità dell'aria, l'utilizzo delle risorse idriche, forestali, lo sfruttamento della pesca, la biodiversità e l'agricoltura.

  8. Sri Lanka

    Lo Sri Lanka è un meltin pot di religioni e fedi, un Paese dove all'interno degli stessi confini coabitano, più o meno pacificamente, tutte le religioni del mondo. Il buddhismo (70%) e l'induismo (15%) sono le religioni predominanti, seguite per diffusione da cristianesimo (8%, 7% cattolici e 1% protestanti) e religione musulmana (dei quali la maggioranza parla tamil, in maggioranza sunniti, in tutto il 7%)

  9. Azzorre (Portogallo)

    L'isola più antica è Santa Maria, formatasi 8 milioni di anni fa, poi scomparsa e quindi riemersa, come testimoniano i reperti fossili, mentre la più giovane è Pico, dove rimangono evidenti tracce delle eruzioni più recenti, avvenute nel 1700.

  10. Normandia (Francia)

    Oltre al gettonatissimo Mont Saint Michel val la pena visitare altri luoghi normanni di grandissimo pregio: Rouen con la sua magnifica cattedrale e il centro storico di case a graticcio, e la bella costa compresa tra Fecamp ed Etretat, caratterizzata da splendide falesie bianche, ricoperte di prati verdissimi

Classifica elaborata 01 maggio 2012

Lascia un commento