Look da matrimonio

Moda e Tendenze di Samantha Primati
Play
Fullscreen
0:40
/
3:20
-2:39
Loaded: 0%
Progress: 0%
00:00
Mute



Come vestirsi a un matrimonio? Mai di bianco e di nero, e, forse non tutti lo sanno, neanche di rosso. Nel video di ClassLife Tv i consigli di stile della blogger Federica Migliorini. E poi, la classifica degli abiti più belli da cerimonia per questa primavera/estate.


Dieci abiti leggeri, impalpabili dai colori tenui del cielo, dei petali di rosa e dei metalli rari. Ricamati con pizzo, gemme e fili preziosi. Dieci creazioni ispirate alle principesse contemporanee come Kate Middleton (duchessa di Cambridge) o Mary Elizabeth Donaldson (principessa di Danimarca) che esprimono un’idea di romanticismo contemporaneo. Eccoli in classifica.

  1. 1.
    Valentino

    Di pizzo color cielo. Perfetto anche per un matrimonio di giorno.

  2. Christopher Kane

    Romantico e innovativo ha un sapore retrò anni 60.

  3. 3.
    Erdem

    I fiori sono il punto di forza di questo giovane stilista iglese. I guantini coordinati  un accessorio ironico, ma non adatto a tutte le occasioni.

  4. Antonio Berardi

    Romantico e aggressivo da amazzone. È perfetto con gli accessori colorati se non si deve andare a una cerimonia.

  5. Jonathan Saunders

    Impalpabile di seta con un disegno tono su tono. Ricorda gli scamiciati estivi anni 70 l'abito di Jonathan Saunders. 

  6. Giambattista Valli

    Il tubino di Giambattista Valli potrebbe essere indossato anche come abito da sposa. Solo da chi si sposa in Comune.

  7. 7.
    Jason Wu

    Un po' audace ma molto elegante l'abito peplum di Jason Wu. Anche per la sera.

  8. Louis Vuitton

    Bianco e di pizzo. Per le spose, le damigelle ma non per le testimoni. Da portare anche per un aperitivo in terrazza.

  9. 9.
    Elie  Saab

    Classico nel perfetto stile di Elie Saab. Ma anche sexy e romantico. 

  10. 10.
    Dior

    Di organza impalpabile, nei toni dell'oro sembra avere la leggerezza dei sogni l'abito di Dior.

Classifica elaborata 30 maggio 2012
  • email
  • Print
  • Facebook
  • Twitter

Lascia un commento