Sciare in Svizzera

Viaggi e Sapori di Caterina Lunghi e Paola Balzarotti Monti

Sport, glamour e divertimento a Gstaad.

Natura e splendidi paesaggi; efficienza e organizzazione. Vette innevate, ampi ghiacciai, magnifici pendii e oasi wellness. Con 70 vette superiori ai 4mila metri di altitudine, la Svizzera è il paradiso dello sci e degli sport invernali, complici strutture ricettive e infrastrutture turistiche di primo livello che garantiscono piacevolissimi soggiorni senza intoppi e sorprese. E ovunque, proposte gourmet raffinate e internazionali. C’è solo l’imbarazzo della scelta: celeberrime località come St. Moritz, Zermatt, Gtsaad, Crans, ma anche stazioni meno note a livello mondano ma altrettanto attrezzate e affascinanti come Saas Fee, Verbier, Arosa, Les Diablerets, Wengen e il comprensorio Flims/Laax/Falera.

  1. Zermatt

    L’Eldorado per gli amanti della montagna. Una località unica: natura, ecologia, autenticità, sci, alpinismo, pace e benessere. Ma anche servizi a cinque stelle e mondanità. Siamo ai piedi del monte Cervino, in tedesco Matterhorn, la cima più famosa della Svizzera, il suo simbolo, tra le più affascinanti e fotografate al mondo. Qui, incorniciato da un paesaggio d’alta montagna straordinario, si sviluppa un villaggio dall’antico fascino ma con tutte le carte in regola per soddisfare gli sportivi più audaci e i turisti più esigenti e viziati. Il comprensorio sciistico, infatti, non solo è il più alto delle Alpi, ma anche uno dei meglio sviluppati e attrezzati. Si scia anche d’estate, nella zona del Matterhorn Glacier Paradise, il più grande comprensorio di sci estivo d’Europa. Zermatt è inoltre baciato da un clima generoso, con 300 giorni di sole l’anno, e la minor quantità di pioggia di tutto il Paese. La qualità dell’offerta ricettiva è impeccabile, come quella gastronomica. E la natura è incontaminata; l’aria chiara, secca e pulita: già dal 1947 nel paese infatti è ammessa la circolazione unicamente di veicoli elettrici senza motore a combustione.

  2. Alta Engadina, St. Moritz

    L’Alta Engadina è una valle di alta montagna nel cuore dei Grigioni, a 1.800 metri, attraversata dal fiume Inn. Punteggiata di laghi e affascinanti paesini sembra un museo all’aria aperta. St. Moritz ne è il cuore: è stata la prima località della Svizzera ad attrarre il turismo d’élite e tuttora si conferma la destinazione preferita del jet set internazionale. Ma l’Alta Engadina non è solo St. Moritz. Comprende 11 comuni, tra i quali: Sils,che ha ospitato il filosofo Nietzsche; Silvaplana, Celerina, amato dai milanesi; Pontresina, Bever, Maloja, dove visse il pittore Giovanni Segantini, e Zuoz, dall’autentico sapore di montagna. Natura, cultura, sport, shopping, mondanità, divertimento: l’Alta Engadina e St. Moritz si confermano uno dei comprensori montani più coinvolgenti e vivaci al mondo.

  3. Les 4 Vallées, Verbier

    L’area Les 4 Vallées comprende Verbier, Nendaz, Veysonnaz e Thyon. Si tratta di un comprensorio sciistico che si sviluppa appunto su 4 valli per un totale di 410 km di piste di tutti i livelli. Rappresenta uno dei comprensori sciistici ed escursionistici più vasti della Svizzera, paradiso degli sport invernali. Il ghiacciaio Mont-Fort, a 3.300 m di altitudine, è il vanto dell’area con una delle piste nere più difficile della Svizzera. Tra le quattro località che caratterizzano l’area, Verbier è la punta di diamante, considerata la capitale europea dello sci estremo e del freestyle: tracciati molto impegnativi, gobbe e forti pendenze, e spettacolari fuoripista per fanatici e gli sciatori più esperti e indefessi. E il paesino affascina per la sua atmosfera autentica, raccolta; è punteggiato di chalet di legno e antiche stalle a volta ancora visibili negli alpeggi. E tutt’intorno, neve e boschi.

  4. 4.
    scheda
    Gstaad

    Nel Canton Berna, Svizzera sud-occidentale. Negli anni 60 e 70 era The Place, il luogo dove andare a sciare soprattutto per vedere e farsi vedere: teste coronate, attori di Hollywood, artisti della scena internazionale musicale e protagonisti della moda. Pensare che era una delle vallate povere della Svizzera. Oggi vanta stupendi chalet, e tanta mondanità. Offre una delle aree alpine sciabili più vaste d’Europa. Sport, glamour e divertimento immersi in un paesaggio naturale straordinario. Ideale non solo d’inverno, ma anche d’estate.

  5. Davos e Klosters

    Siamo nel Cantone dei Grigioni, a 1.560 metri. È qui che si trova il sanatorio del celebre romanzo di Thomas Mann La montagna incantata. A un tiro di schioppo tra loro, Davos e Klosters si contrappongono ma soprattutto completano: l’una più urbana, l’altra più genuina. Famosa in tutto il mondo per ospitare ogni anno il World Economic Forum, Davos si presenta come un posto sui generis: incastonata in uno scenario alpino idilliaco ma con caratteristiche e i servizi tipici della città. Una metropoli in montagna con una straordinaria capacità ricettiva. La vicina Klosters è la meta di vacanza preferita dei reali britannici - il Principe Carlo è un suo assiduo frequentatore - e preserva il fascino romantico di un antico villaggio bucolico. Ideale sia d’estate che in inverno per famiglie con bambini.

  6. Valle di Saas, Saas-Fee

    Neve da fine ottobre a inizio di maggio, autentici villaggi di montagna, 300 giorni di sole l’anno e un palcoscenico naturale maestoso e sorprendente. La Valle di Saas, nel Cantone Vallese, comprende 4 comuni (Saas-Fee, Saas-Grund, Saas-Balen e Saas-Almagell) ed è ideale per chi vuole stare in movimento, ma anche per chi cerca relax e benessere e romanticismo. È una destinazione quotata anche tra le famiglie. La zona vanta piste di tutti i livelli e la stazione più alta d’Europa, a 3.500 metri d’altitudine, da dove è possibile scorgere le luci di Milano - e dove si trova il ristorante girevole più alto del mondo. Il cuore della regione è Saas-Fee, conosciuta come la perla delle Alpi.

  7. Crans Montana

    Nel Cantone Vallese, questa località gode di una fortunata posizione geografica circondata dal  Monte Bianco e dal Matterhorn (il Cervino). Vanta un clima mite anche in inverno e molte giornate di sole. Meta rinomata negli anni 80 e 90, dopo aver perso parte del suo charme, oggi sta tornando in auge grazie a una grande varietà di ristoranti che offrono cucine di tutto il mondo, boutique di alto livello, sci notturno, gite in mongolfiera e gradevolissime passeggiate lungo il lago. Destinazione famosa anche tra i golfisti: Crans ospita infatti il più importante Golf Club svizzero, il Golf Club Crans-sur-Sierre.

  8. Portes du Soleil, Champéry

    A cavallo tra Francia e Svizzera, Portes du Soleil è il più vasto comprensorio sciistico internazionale con 650 km di piste. S’inseriscono in questo scenario otto località nel versante francese e quattro in quello svizzero. Champéry, vicino Ginevra, è la destinazione preferita dai ginevrini: conserva in parte il suo fascino storico e vanta una delle piste più ripide del mondo, quella del Pas de Chavanette, conosciuta anche come «Le Mur Suisse». Non lontano, si trovano i bagni della Valle d’Illiez: il piccolo, caratteristico villaggio della Valle d'Illiez offre una sorgente ricca di minerali e magnifiche terme.

Classifica elaborata 12 dicembre 2015
  • email
  • Print
  • Facebook
  • Twitter

Lascia un commento