Auto: le sportive

Motori di NIcola Bonetti

Sogni e sport: mondi paralleli all’universo delle automobili che si ripresentano regolarmente ai Saloni, come alla 64ª edizione dell’Internationale Automobil Ausstellung che ogni due anni, in settembre, a Francoforte (si alterna infatti con il Mondial a Parigi) propone le principali novità di prodotto a livello europeo per la prossima stagione. Senza sacrificare l’attenzione alla compatibilità ambientale. Ricerca estesa dalle citycar a tutti i segmenti; persino le sportivissime destinate alla produzione sono sempre più leggere e attente all’ambiente. Capaci di far sognare non meno di certe concept car che, estreme o con emissioni zero, prossimamente praticabili o assolutamente futuribili, suscitano emozioni profonde, come è giusto sia ai Saloni. A Francoforte non mancano novità tra crossover (sport utility e multi purpose vehicle compresi), berline d’alto livello e soprattutto citycar, tutte belle e molte delle quali possibili, pronte per il mercato anche a breve.

  1. Ferrari 458 Spider

    La berlinetta Ferrari 458 Spider si scopre, provocando con un hard top ripiegabile da riporre nel cofano in soli 14 secondi, senza ricorrere ad azionamenti elettrici o capote in tela, conseguendo leggerezza, aerodinamica e comfort: si riesce a parlare anche a 200 km/h grazie al wind-stop in vetro, regolabile. Sempre al vertice la meccanica con motore posteriore-centrale V8 da 4.5 litri e 570 Cv, capace di esaltarne prestazioni e guidabilità, abbinato al cambio F1 a sette marce, al controllo di trazione F1-Trac con differenziale elettronico. Esteticamente, appare riconoscibile anche da chiusa, per le pinne posteriori, studiate per migliorare i flussi d’aria verso cofano e radiatori, viaggiando scoperta anche a 320 km/h.

  2. Maserati Gran Cabrio Fendi

    Maserati GranCabrio Fendi, abbina il potenziale dei due marchi del made in Italy, che esaltano i concetti di artigianato e tradizione: realizzata a Modena in serie numerata e firmata da Silvia Venturini, ha tripla vernice Grigio Fiamma Fendi, scuro e cangiante dorata in superficie. All’interno, radica Pergamena Fendi gialla come le pinze dei freni e i Tridenti ricamati sui poggiatesta dei sedili in Cuoio Romano (fino al set da viaggio), elegantissime le cuciture a doppio filo trapuntato che disegnano il logo a doppia F, riportato persino al centro dei cerchi Trident Design; classico il motore 4.7 V8 con cambio automatico, dal suono pieno e possente.

  3. 3.
    scheda
    BMW M5

    Sportiva pura, solamente vestita da berlina di lusso, Bmw M5 offre meccanica e assetto da gara, con dinamica che ridefinisce la categoria: nuovo motore 4.4 V8 M TwinPower Turbo da 560 CV a 7.000 giri e coppia disponibile da 1.500 giri per la massima guidabilità. Fulmina l’asfalto in 4.4’’ da 0 a 100 e può raggiungere i 305 km/h, eppure è in grado di contenere i consumi in 9.9 l/100 km, con cambio a doppia frizione, sospensioni elettroniche, sterzo Servotronic M, Differenziale Attivo M, controllo di stabilità M Dynamic Mode, freni ad alte prestazioni e suono di scarico adeguato, è in arrivo entro fine anno, con prezzo in definizione.

  4. Porsche 911

    A quasi cinquant’anni dalla prima Porsche con questo nome, la nuova 911 è interamente ridisegnata senza tradire stile e immagine dell’ultima fortunata serie 997. Più lunga (il passo è maggiorato di 10 cm) e più bassa, è filante e maggiormente abitabile: eppure equilibrata ed egualmente muscolosa, aggiornando efficacemente i contenuti del marchio. Alleggerita e potenziata, alla base della gamma che si completerà nel tempo, come consuetudine Porsche, al momento è disponibile come Carrera 3.4 e Carrera S 3.8, da 350 e 400 Cv con cambio manuale a sette marce (prima mondiale) o PDK. Consumi da 8,2 l/100 km, prestazioni fino a 4.1” da 0 a 100, con prezzi a partire da 90mila euro circa.

  5. Mercedes-Benz Sls Roadster

    La più performante delle Mercedes-Benz AMG sacrifica le portiere con apertura ad ala di gabbiano, trasformandosi in SLS Roadster: sintetizza grinta e fascino, tecnologia e facilità di guida, nonché la praticità della capote apribile in 11’’, fino a 50 km/h o la connessione internet ad alta velocità. Assetto con sospensioni regolabili su Comfort, Sport e Sport Plus, SLS Roadster è spinta dal motore V8 AMG 6.3 da 571 Cv con cambio a doppia frizione e sette rapporti dalle prestazioni importanti come l’ululato: 0-100 in 3.8’’ e 317 km/h, valori esaltati dallo sterzo diretto e dal differenziale autobloccante. In consegna entro l’autunno, da 196.800 euro circa.

  6. Bentley Continental Gtc

    Dopo la rinnovata coupé, Bentley Continental GTC interpreta il ruolo di scoperta più glamour tra le auto di lusso, con stile scolpito e aggressivo: immediatamente riconoscibile e pronta ad accogliere con gli interni rifiniti a mano (17 colori e 7 radiche da scegliere), come la factory di Crewe ha abituato l’affezionata clientela, classici eppure con infotainment all’avanguardia. Modificata nel pianale per rendere più sicura e raffinata la guida, naturalmente anche a capote aperta, con le prestazioni del possente 6 litri W12 da 575 Cv, trazione integrale ora prevalente al posteriore, con cerchi da 20’’ di serie. Da 170.000 euro tasse locali escluse, in consegna per fine 2011.

Classifica elaborata 08 gennaio 2012
  • email
  • Print
  • Facebook
  • Twitter

Lascia un commento