Bio lifestyle

CASE&COUNTRY - GENNAIO 2012

Bio lifestyle

C’era una volta il design, che pensava da solo, quasi come se intorno non esistesse altro che la geometria. Poi ha incontrato la natura, dando vita al futuro, il biodesign. E cioè l’arte di mettere in comune l’architettura con le esigenze del green lifestyle. Semplicità, funzionalità, comunicazione visiva e acustica, unite al tocco orientale del Feng Shui, sono rappresentate eccezionalmente nella villa del ’500 di Alberto Alessi, vicino a Omegna (Vb), che Case&Country ha scelto come dimora simbolo di questo numero di gennaio (pag. 44). Il Lago d’Orta, dove si trova villa Alessi, non è certamente l’unica tappa interessante di Case&Country: un altro esempio interessante di restauro è in Sabina, al confine fra Umbria, Lazio e Abruzzo. In questo caso non si tratta di una grande villa, ma di un piccolo fabbricato agricolo, al centro di ulivi e querce (pag. 28), ed è particolare per la grande vetrata a doppia altezza che taglia la facciata e inonda di luce la casa. Fiammetta d’Arenberg Frescobaldi apre invece le porte di alcune delle più belle dimore del Belgio, che ha selezionato per il libro L’arte di vivere a Bruxelles (pubblicato in Italia da Idea Books): «Tradizione e contemporaneità sono sempre in armonia in queste case dalle origini più disparate», spiega. E il libro è certamente una guida ricca di idee e fonti di ispirazione (pag. 8). La cucina di carne e pesce con gli agrumi (pag. 52), uno speciale montagna con gli alberghi delle Alpi, da Courmayeur all’Austria (pag.77), costruiti anch’essi secondo i principi della bioarchitettura, e una guida alle case da comprare e affittare sulle Dolomiti (pag. 83) arricchiscono questo numero. E per i più golosi di delizie country della stagione invernale, da non perdere la guida alla Franciacorta food & wine (pag. 60). Buon anno e buona lettura a tutti. (Giulia Pessani)