Arbitri d’eleganza

GENTLEMAN - GENNAIO 2012

Arbitri d’eleganza

Utili, anzi indispensabili per il guardaroba maschile. Per voi, gentili lettori. Ma anche per direttori creativi e imprenditori dello stile (moda & accessori), che sulle due icone assolute dell’eleganza maschile, Cary Grant (classico, formale) e Steve McQueen (casual, sportivo), costruiscono prodotti e campagne di comunicazione. Insomma, gli arbitri d’eleganza sono personaggi che, per talento proprio o dei loro sarti e fornitori, costituiscono punti di riferimento indiscusso per la scelta del look. Gentleman è andato a cercare le genealogie del gusto e a vedere dove l’heritage dei due divi è più forte. Ne sono nate due classifiche (pag. 51) che portano in primo piano i due protagonisti delle Idi di marzo, George Clooney e Ryan Gosling. Con qualche variante e adattamento all’attualità, ovviamente. Ma sempre con l’occhio attento ai due impeccabili archetipi. Chi produce lo stile? A Pitti Uomo di Firenze (10-14 gennaio) si concentra la maggior parte dei produttori e dei marchi del casual e dell’upper casual, i protagonisti del cashmere (e dei suoi distretti produttivi) e alcuni nomi storici dell’abito maschile. Gentleman ha fotografato 24 protagonisti (pag. 70), dal british style alle calzature di scuola napoletana. In più, un servizio dedicato alla donna, con un ultimo sguardo sull’inverno, sui filati più preziosi e sulle pellicce. Con una considerazione importante: molti marchi presenti al Pitti, da sempre, hanno sviluppato collezioni femminili, in scena nel servizio «The Best and the Beast» (pag. 86). Quali sono le tendenze della prossima stagione? Per le Ladies, si vedranno sul prossimo numero del magazine femminile di Gentleman (in edicola il 27 gennaio). Per gli uomini, dalle sfilate di Milano, sette tendenze con variazioni sul tema: dall’India al grunge-chic, all’equestrian style (pag. 57). Nota positiva per il 2012: «Musica, maestro!». In copertina di questo numero, dunque, il talento made in Italy di Fabio Luisi, l’italiano che il Metropolitan Opera House di New York ha scelto come direttore artistico (pag. 38). Genovese, 52 anni, Luisi nell’intervista con Gentleman mette in parallelo la musica e la cultura in Europa e negli Stati Uniti. Una grande città, Singapore, incrocio di finanza, ricerca scientifica e cultura (pag. 96), una giornata sugli sci a Cortina (pag. 106), la classifica dei migliori 30 vini bianchi italiani, dal Friuli alla Sicilia, e molti altri argomenti arricchiscono questo numero. Buon anno e buona lettura a tutti. (Giulia Pessani)