Ladies Rosa ad alta quota

LADIES - GENNAIO 2012

Ladies Rosa ad alta quota

Divertitevi, incuriositevi, compiacetevi. Ma non meravigliatevi. La selezione dei successi al femminile è oggi una classifica di eccellenze nell’eccellenza. Non stupitevi, perché le stesse protagoniste considerano il concetto di parità obsoleto e un po’ stantio e le giovani donne piene di idee ed energia, pronte a entrare nel mondo del lavoro (l’equivalente delle donne in carriera, ma anche quest’espressione è fuori gioco, adesso), non vogliono sentir parlare di quote rosa. Semmai dell’alta quota a cui intendono volare... Il mercato del talento e dell’intelligenza oggi conosce sempre meno divisioni fra uomo e donna, e persino i confini territoriali sfumano. La ricchezza di successi al femminile è internazionale e riguarda tutti i settori, dall’information technology alla moda, dalla finanza ai media, dall’arte all’enologia... Le 100 Style Leaders di Ladies sono punti di riferimento, confronto e ispirazione, perché a noi donne, lettrici, piace moltissimo leggere le loro storie e i loro percorsi professionali. Detto questo, è importante riacquistare il senso della realtà quando si parla di successo al femminile. Certo, le differenze biologiche e culturali contano ed è bello che ci siano. E la scelta di dedicarsi totalmente alla famiglia (una grandissima sfida-impresa) è ammirevole né più né meno delle altre. L’unico territorio competitivo dove la differenza appare profonda e invalicabile è lo sport. Qui il primato dei muscoli maschili è (per ora?) al sicuro. Quanto alla bellezza e alla grazia, da sempre considerate prerogative femminili, ci si sta normalizzando al contrario. Sono gli uomini, in questo caso, a tenere sempre più al loro aspetto. E, verrebbe da dire, finalmente... Quest’anno, le superladies di Ladies sono 100, 30 come da tradizione protagoniste, più 70 in classifica (Power Ladies nel business in Italia e nel mondo, e le nuove top model). Chi manca e perché? Presto detto: altrettante sono nelle selezioni degli anni precedenti e molte di più ne entreranno in futuro. Ogni mese, infatti, Ladies svelerà le classifiche delle professioniste di tutti i settori, delle donne più eleganti, più influenti, più creative. Moda, bellezza, accessori, tendenze, viaggi, resort rigeneranti, creme per illuminare il viso? Sfogliate il giornale! Buona informazione. E buon divertimento.  (Giulia Pessani) Divertitevi, incuriositevi, compiacetevi. Ma non meravigliatevi. La selezione dei successi al femminile è oggi una classifica di eccellenze nell’eccellenza. Non stupitevi, perché le stesse protagoniste considerano il concetto di parità obsoleto e un po’ stantio e le giovani donne piene di idee ed energia, pronte a entrare nel mondo del lavoro (l’equivalente delle donne in carriera, ma anche quest’espressione è fuori gioco, adesso), non vogliono sentir parlare di quote rosa. Semmai dell’alta quota a cui intendono volare... Il mercato del talento e dell’intelligenza oggi conosce sempre meno divisioni fra uomo e donna, e persino i confini territoriali sfumano. La ricchezza di successi al femminile è internazionale e riguarda tutti i settori, dall’information technology alla moda, dalla finanza ai media, dall’arte all’enologia... Le 100 Style Leaders di Ladies sono punti di riferimento, confronto e ispirazione, perché a noi donne, lettrici, piace moltissimo leggere le loro storie e i loro percorsi professionali. Detto questo, è importante riacquistare il senso della realtà quando si parla di successo al femminile. Certo, le differenze biologiche e culturali contano ed è bello che ci siano. E la scelta di dedicarsi totalmente alla famiglia (una grandissima sfida-impresa) è ammirevole né più né meno delle altre. L’unico territorio competitivo dove la differenza appare profonda e invalicabile è lo sport. Qui il primato dei muscoli maschili è (per ora?) al sicuro. Quanto alla bellezza e alla grazia, da sempre considerate prerogative femminili, ci si sta normalizzando al contrario. Sono gli uomini, in questo caso, a tenere sempre più al loro aspetto. E, verrebbe da dire, finalmente... Quest’anno, le superladies di Ladies sono 100, 30 come da tradizione protagoniste, più 70 in classifica (Power Ladies nel business in Italia e nel mondo, e le nuove top model). Chi manca e perché? Presto detto: altrettante sono nelle selezioni degli anni precedenti e molte di più ne entreranno in futuro. Ogni mese, infatti, Ladies svelerà le classifiche delle professioniste di tutti i settori, delle donne più eleganti, più influenti, più creative. Moda, bellezza, accessori, tendenze, viaggi, resort rigeneranti, creme per illuminare il viso? Sfogliate il giornale! Buona informazione. E buon divertimento.  (Giulia Pessani) (Giulia Pessani)